APOTHEOSIS di CHANEL

APOTHEOSIS di CHANEL

APOTHEOSIS di CHANEL

APOTHEOSIS di CHANEL

APOTHEOSIS di CHANEL

APOTHEOSIS di CHANEL

L’Apoteosi, ovvero il massimo che si può desiderare. E Chanel, nuovamente, emoziona. Ci sono molti motivi per sceglierlo in continuazione, ma sono almeno cinque, quelli cardine per cui questa collezione rimarrà impressa nella nostra memoria.

  1. L’intensità data dalle luci opache, caratteristica di una forza emotiva: data dalla serenità e dalla fiducia in se stessa che ha la donna che la indossa. Sofisticata ed elegante, intelettuale ma anche audace.  Morale: se sei forte, la scegli.
  2. Nouance autunnali che sono il risultato di un perfetto equilibrio tra l’universo interiore e quello esteriore della donna.
  3. Tonalità intense che si applicano come acquerelli e si fondono come la pittura d olio.  Il colorito luminoso contrasta con sguardo e bocca ultra-opachi.
  4. I “rossi” firmati Lucia Pica giocano sul contrasto e sulla provocazione, anche in questa collezione.

Last but not least … il packaging spettacolare in perfetta sintonia con il mood della collezione: OPACO. Un vero must-have da sfoderare dalla borsetta quando si desidera dare un po’di stile alla propria giornata!

Story tip
Clicca sul tuo daily mood per il tuo tip! Vestiti di un colore intenso e truccati a pieno regime! Quando sei giù, anche un rossetto nuovo può cambiare l’umore! È il momento di provare uno dei celeberrimi “rossi” di Lucia Pica! Scegli toni tenui ed evita di apparire troppo ingrugnita. È il momento perfetto per stenderti lo smalto mat.
Le 10 regole per uno stile da COCKTAIL

Anche di giorno. Perché no. Questo è il trucco per risultare sempre brillante. Uno stile

...

3 motivi per provare la Primavera Chanel

Durante i miei cocktail mi piace dialogare di prodotti innovativi che ho avuto piacere a p

...

L’importanza dello showroom: intervista a Sabrina Scarpellini

Un cigno nero: non ti rendi conto di averne bisogno finché non lo scopri. Nasce così la

...

Chanel e l’emozione di Natale

Coco Chanel ci ha lasciato molte massime, ma quella legata alla collezione di Natale è pe

...